L’acqua che beviamo e usiamo nelle nostre abitazioni rappresenta ormai un problema di fondamentale importanza. Infatti, le notizie che quotidianamente arrivano attraverso i media, testimoniano di un inquinamento sempre più pronunciato e in grado di andare ad intaccare anche le falde acquifere, e destando preoccupazioni in chi vorrebbe assicurare a sé stesso e ai propri familiari cibi e bevande in grado di aumentare la qualità della vita.

L’acqua è un bene prezioso che non va assolutamente sprecato. A tal proposito andrebbe ricordato che su 100 litri di acqua usata nelle case, ben 99 vengono utilizzati per scopi diversi dall’uso potabile: ad esempio per rifornire l’impianto termico o gli elettrodomestici (lavatrice o lavastoviglie), per le pulizie o l’igiene personale, e quelle della casa.

Ovviamente si tratta di 99 litri di acqua calcarea, che ha conseguenze spesso disastrose per le tubazioni e per gli altri meccanismi che regolano il funzionamento di caldaie, boilers o elettrodomestici. Il tutto senza contare le bollette di acqua, gas e luce che lievitano proprio per la necessità di utilizzare più acqua di quanta ne necessiterebbe al netto di malfunzionamenti.
Da quanto detto sinora può farci capire l’importanza di eliminare quel calcare che rischia di diventare un problema sempre più imponente, con la sua tendenza a favorire intasamenti e incrostazioni varie su una lunga serie di dispositivi. Tale eliminazione si tradurrebbe peraltro in benefici immediati dal punto di vista economico, facendo calare di un buon 20% i consumi energetici e quelli necessari per la manutenzione.

L’eliminazione del calcare avviene solitamente utilizzando un addolcitore d’acqua, che però deve essere scelto oculatamente se ci si vuole garantire risultati adeguati. Come operare per la miglior scelta possibile ed evitare di rimpiangere successivamente la cifra spesa?

Partiamo dalla scelta dell’azienda

I modelli e le marche di addolcitore d’acqua da scegliere, sono veramente molti, tanto da poter indurre in confusione il consumatore che non abbia ben chiara in partenza la situazione. La cosa migliore da fare è proprio quella di scegliere al meglio l’azienda, sapendo che come in tutte le cose ci sono delle priorità che devono essere attentamente valutate:

  • verificare che l’azienda cui si intende affidare il compito abbia le giuste referenze. La cosa migliore da fare sarebbe rivolgersi ad imprese operanti sul mercato da un congruo numero di anni. Proprio quelle di lungo corso sono quelle che hanno resistito sui mercati per la loro professionalità e sono quindi in grado di fornire il massimo di garanzie;
  • assicurarsi che abbiano a disposizione un installatore professionale. L’addolcitore d’acqua è un vero e proprio sistema che deve andare a coniugarsi con i sistemi per l’erogazione del liquido già presenti nell’abitazione e un’installazione fatta non a regola può mandare in fumo un investimento ingente, tale da arrivare in alcuni casi a migliaia di euro, oltre a mettere a repentaglio la salute;
  • scegliere un’azienda in grado di offrire materiale proveniente da un solo produttore, ovvero quella che può avere a disposizione tutti i componenti per l’addolcitore d’acqua nel malaugurato caso di guasto, senza doversi mettere alla caccia di ciò che serve, con il rischio di trovarlo a prezzi esorbitanti.

Le regole per scegliere l’addolcitore d’acqua

addolcitore acquaUna volta scelta l’azienda che può fare al caso nostro, passiamo a vedere le regole che bisognerebbe seguire per poter avere prodotti di qualità, in grado di ripagare al massimo lo sforzo finanziario sostenuto e tutto quello che occorre sapere da un punto di vista normativo:

  • sarebbe sempre consigliabile, ove si decida di acquistare un addolcitore d’acqua, far effettuare un sopralluogo ad un installatore, l’unico che una volta messo al corrente delle caratteristiche presentate dall’abitazione e delle reali esigenze reali dell’acquirente, sia in grado di stilare un preventivo su misura;
  • l’addolcitore d’acqua dovrebbe essere installato da tecnici qualificati, previo collaudo da parte dell’installatore e conseguente rilascio della certificazione di corretto montaggio;
  • gli apparecchi dovrebbero essere ubicati in locali idonei da un punto di vista igienico;
  • è necessaria la presenza di punti di prelievo a monte e a valle dell’apparecchio, by pass e valvola di ritegno. Inoltre il contatore deve sempre essere posizionato a monte;
  • l’installazione deve comunque essere notificata all’Azienda USL – Servizio di Igiene Pubblica di competenza;
  • l’addolcitore d’acqua deve essere corredato di documenti tecnici comprensibili, tra cui il manuale di manutenzione, oltre che riportare la dichiarazione di conformità al decreto 443/90 del Ministero della Sanità;
  • non bisognerebbe mai esagerare nell’addolcire l’acqua, ricordando in particolare che la durezza del liquido una volta sottoposto a trattamento non deve essere inferiore ai 15° F. Un’acqua troppo addolcita può portare a fenomeni corrosivi nelle tubature interne, sfociando nella produzione di liquido scuro, giallastro o rossastro o portare ad una eccessiva presenza di sodio, con possibili effetti nocivi per reni e cuore;
  • una particolare attenzione dovrebbe essere posta alla manutenzione dell’apparecchio, evitando che questo possa addirittura inquinare l’acqua.

Da quanto detto sinora si può aggiungere che il modo migliore per acquistare addolcitori e trovare aziende in grado di fornire prodotti e servizi adeguati è proprio quello di consultare Preventivi.it, portale che si propone come punto di incontro tra le esigenze dei consumatori e le proposte delle imprese di un largo numero di settori.



Vorresti ulteriori informazioni e ricevere fino a cinque preventivi gratuiti?

Sei un installatore di addolcitori d’acqua e vuoi trovare nuovi clienti? Clicca qui

L’acqua che beviamo e usiamo nelle nostre abitazioni rappresenta ormai un problema di fondamentale importanza. Infatti, le notizie che quotidianamente arrivano attraverso i media, testimoniano di un inquinamento sempre più pronunciato e in grado di andare ad intaccare anche le falde acquifere, e destando preoccupazioni in chi vorrebbe assicurare a…

Valutazione dell'articolo

Utilità - 76%
Pertinenza - 79%
Chiarezza - 79%

78%

Buono

Buon articolo sugli addolcitori d'acqua

Valutazione Utente: Sei il primo!