Macchine per depurare e gasare l’acqua: perché se ne sente parlare sempre più spesso?

In generale sappiamo che il problema della potabilità dell’acqua è uno dei più pressanti per molti enti locali.

Infatti continuano ad aumentare le preoccupazioni relative alla qualità dell’acqua che sgorga dai nostri rubinetti, nonostante le normative adottate e i controlli resi obbligatori dalle stesse siano estremamente stringenti.

Eppure l’interesse per le macchine per depurare e gasare l’acqua è un tema destinato a rimanere e anzi ad amplificarsi, in quanto molto spesso proprio i costi elevatissimi dei sistemi di potabilizzazione vanno ad intersecarsi coi problemi derivanti da un cattivo stato di tubazioni che vanno a sporcare l’acqua.

Va ricordato come in commercio esistano numerosi sistemi di depurazione delle acque, con un lungo elenco di ditte, più o meno note, a contendersi fette di consumatori con proposte di livello e altre low cost. Il problema in questo contesto è appunto quello di capire come si possa fare per capire se il prodotto, e quindi l’azienda la ditta, sia o meno affidabile.

Va anche specificato che la tutela del consumatore è demandata ad una normativa apposita rappresentata da D.m. 37 del 2008, il quale stabilisce una serie di regole tese proprio a controllare la serietà della ditta produttrice e dell’impianto che installiamo all’interno della nostra abitazione, fissando standard qualitativi rigorosi.

Il dispositivo di legge decreta che al momento dell’istallazione di un impianto, proveniente da una qualsiasi ditta, lo stesso debba essere necessariamente munito dell’apposito manuale di istruzioni, nel quale devono essere riportate tutte le caratteristiche del sistema di depurazione montato. Una precisazione che tiene in conto il fatto che spesso il manuale d’uso e manutenzione rilasciato al cliente finale, obbligatorio per legge, non coincida con il manuale tecnico dell’impianto.

L’azienda deve inoltre dichiarare sotto la propria responsabilità tutte le procedure che andrebbero seguite per la manutenzione ciclica del prodotto, garantendo per tale via al cliente una adeguata assistenza in caso di necessità. In pratica devono dunque essere specificate tutte le operazioni necessarie allo scopo di mantenere in piena efficienza l’impianto e la maniera in cui vanno eseguite.

Il tecnico incaricato dalla ditta per la manutenzione deve a sua volta seguire in maniera scrupolosa le procedure indicate nel manuale per poi e certificare, sotto la sua responsabilità, lo svolgimento delle stesse in ossequio a quanto prescritto dalla casa madre

Macchine per depurare e gasare l’acqua; la manutenzione è fondamentale

Va anche puntualizzato come per un corretto funzionamento delle macchine per depurare e gasare l’acqua, a prescindere dal modello scelto, sarebbe consigliabile effettuare una ciclica manutenzione dei componenti. Si tratta di una serie di operazioni semplici, tali da garantire una qualità dell’acqua che andremo a bere e una maggiore durata ed efficienza del sistema di depurazione adottato.
Per quanto concerne gli addolcitori, occorre provvedere a controllare sempre lo stato dell’acqua e una volta appurato che essa non risulti abbastanza dolce riconsiderare la qualità del sale usato, oltre che prendere in considerazione eventuali disfunzioni delle componenti dell’apparecchio. Anche le resine potrebbero incidere e comunque va ricordato che dopo una decina di anni andrebbero comunque sostituite.
Gli ionizzatori dovrebbero a loro volta essere oggetto di una pulizia periodica della cella elettrolitica, che rappresenta il cuore del sistema, tramite l’utilizzazione ogni 4/6 mesi di una soluzione di acido citrico, a seconda della durezza dell’acqua. Anche il filtro andrebbe comunque sostituito almeno una volta l’anno. Se l’utilizzo continuo dello ionizzatore impedisce alla macchina di sporcarsi con l’acqua che potrebbe ristagnare al suo interno in caso contrario prima di utilizzare l’acqua, conviene farla scorrere per qualche minuto, pulendo in tal modo gli eventuali residui accumulati.
Infine gli impianti ad osmosi inversa, la cui manutenzione rappresenta una buona norma per l’igiene e la sicurezza. Anche in questo caso i filtri devono essere sostituiti una volta l’anno circa, anche se va ricordato che molti impianti moderni, sulla base delle normative di legge, sono dotati di un sistema di auto disinfezione per le componenti attive.

La sicurezza delle macchine per depurare e gasare l’acqua

macchine, depurare, gasare acquaSono sempre di più i cittadini italiani che decidono di rinunciare all’acqua imbottigliata invece che quella di rubinetto.

A rendere più conveniente la decisione di adottare macchine per depurare e gasare l’acqua sono una serie di considerazioni, che partono dalla volontà di contribuire a tutelare un ambiente messo sempre più a rischio da decisioni politiche spesso assurde.

Va considerato che l’acquisto di acqua imbottigliata comporta un indotto nel quale va considerata la produzione di contenitori di plastica, difficili da smaltire e molto inquinanti, oltre alle emissioni nocive comportate dal traffico su gomma che è un corollario del trasporto delle bottiglie verso i luoghi di spaccio.

La fiducia verso le macchine per depurare e gasare l’acqua è anche un risultato delle normative sempre più stringenti adottate a livello comunitario per tutelare i consumatori.  Normative dalle quali discendono i provvedimenti presi a carattere nazionale, come il Decreto emesso dal Ministero della Salute nel 2012 e contrassegnato dal numero 25. La normativa in questione prevede che:

  • L’istallazione dei macchinari deve essere effettuata esclusivamente da imprese o tecnici abilitati, obbligati poi a rilasciare all’utente tutta la documentazione riguardante la conformità del sistema montato, oltre alla garanzia valida per non meno di 5 anni;
  • i riferimenti alle prestazioni, devono riguardare esclusivamente sostanze, elementi o parametri biologici che siano testati sperimentalmente, ovvero documentati sulla base di quanto approvato dalle normative tecniche europee EN e dalle linee guida dell’OMS;
  • tutte le macchine nuove per depurare e gasare le acque devono essere accompagnate da libretti di istruzioni per l’uso e la manutenzione, chiari e precisi. In particolare è vietato fornire informazioni ingannevoli su proprietà depurative inesistenti;

le norme tecniche volte a regolare l’utilizzo di macchine per depurare e gasare le acque di uso domestico siano molto rigide e diano disposizioni specifiche riguardanti le parti di ricambio e i filtri dei sistemi di purificazione adottati, tutelando in tal modo al meglio imprese e consumatori finali.



Desidereresti maggiori informazioni e ricevere fino a cinque preventivi gratuiti?

Hai un’azienda e vuoi trovare nuovi clienti? Visita ora

Macchine per depurare e gasare l’acqua: perché se ne sente parlare sempre più spesso? In generale sappiamo che il problema della potabilità dell’acqua è uno dei più pressanti per molti enti locali. Infatti continuano ad aumentare le preoccupazioni relative alla qualità dell’acqua che sgorga dai nostri rubinetti, nonostante le normative…

Recensione dell'articolo

Utilità - 78%
Pertinenza - 76%
Chiarezza - 76%

77%

Buono

Buon articolo sulle macchine per depurare e gasare l'acqua

Valutazione Utente: Sei il primo!