L’acqua, che noi beviamo o usiamo nelle nostre abitazioni, è dotata di una serie di caratteristiche che ne determinano la sua qualità. Tra di esse gioca un ruolo importante la durezza, determinata dalla presenza di sali disciolti di calcio e magnesio. Solitamente l’acqua si scarica di tali sali sciogliendoli nel sottosuolo mano a mano che filtra attraverso i diversi strati ricchi di minerali.

Si tratta di un parametro che può essere calcolato in gradi francesi (°F) e 1 °F, ad esempio, sta ad indicare un contenuto di sali di calcio e magnesio equivalente a 10 grammi di carbonato di calcio (CaCO3) in un metro cubo di acqua. Inoltre va ricordato che i francesi chiamano la durezza TH, acronimo di Titre Hydrotimetrique, e indicano con TH totale la somma di calcio e magnesio presente.
L’addolcimento dell’acqua è un processo estremamente importante, in quanto proprio grazie ad esso viene ridotta la durezza dell’acqua negli impianti domestici e tecnologici, causa del blocco delle tubazioni e dei depositi negli impianti domestici, impedendo la dissoluzione del sapone, effetti che potrebbero diventare irreversibili in assenza dell’addolcimento.

Basti pensare che a causa della formazione di queste ostruzioni causate dal calcare le tubazioni s’intasano e si riduce sensibilmente l’efficienza delle caldaie e dei serbatoi.

Per addolcire le acque servono gli addolcitori d’acqua, di cui andiamo a spiegare il principio di funzionamento. Prima di iniziare, sarebbe opportuno non dimenticare la definizione standard di questi dispositivi, ovvero: l’addolcitore è uno speciale filtro per acqua deputato al trattenimento di calcio e magnesio in modo da restituire acqua dolce, priva di calcare.

Come funziona l’addolcimento

Addolcitori acqua: qual è il principio di funzionamento? Il processo più sicuro ed efficace per il trattamento delle acque dure è rappresentato dallo scambio ionico. In pratica l’acqua dura immessa nel dispositivo va ad attraversare la bombola contenente le resine, le quali trattengono il calcio e il magnesio e rilasciano gli ioni di sodio.

Una volta che esse non riescano più ad assorbire il calcare, il dispositivo compie la rigenerazione, ovvero il passaggio di una soluzione d’acqua piena di sodio attraverso la bombola delle resine la quale conduce gli ioni di calcio e magnesio verso lo scarico.
Il volume d’acqua addolcita che un addolcitore è in grado di produrre dipende in particolare da due fattori:
– il volume di resine che contiene (da 9 litri a 43 litri);
– La durezza dell’acqua in entrata misurata in °f.
Gli addolcitori d’acqua, grazie a questo principio di funzionamento abbastanza semplice, si propongono come un ottimo ausilio per chi intenda assicurare un liquido di qualità a sé stesso e alla propria famiglia, all’interno delle propria abitazione.

 

A cosa serve un addolcitore?

L’addolcitore d’acqua rappresenta in pratica uno scambiatore di specifici ioni, il Calcio (Ca2+) e il Magnesio (Mg2+), che vengono spesso indicati come “minerali di durezza”. Gli addolcitori d’acqua prevedono un principio di funzionamento a tempo oppure a volume.

Ogni dispositivo di questo genere viene dimensionato sulla base della quantità di durezza da rimuovere prima che si renda necessaria la rigenerazione.  Il meccanismo che ne sovrintende il funzionamento è in grado di trattenere i minerali, ovvero calcio e magnesio, che concorrono a determinare la durezza del liquido procedendo alla loro eliminazione in seguito al processo di rigenerazione delle resine attivandone lo scarico in fognatura. Per effetto di questo processo l’acqua in uscita dal trattamento di addolcimento risulterà priva di calcare.

Perché occorre trattare l’acqua dura con un addolcitore?

Da quanto detto sinora l’addolcimento è un processo estremamente importante, in quanto proprio con esso viene ad essere ridotta la durezza dell’acqua negli impianti domestici e tecnologici. L’acqua dura causa il blocco delle tubazioni e dei depositi negli impianti domestici, in quanto provvede ad esempio ad impedire la dissoluzione del sapone.

In pratica Il processo interviene prima che gli effetti provocati dall’acqua dura si trasformino in irreversibili. Per capire quanto sia importante la dolcificazione dell’acqua, basterebbe ricordare che a causa della formazione di queste ostruzioni dovute al calcare, le tubazioni vanno ad intasarsi, riducendo in maniera esponenziale l’efficienza delle caldaie e dei serbatoi.

Gli effetti positivi di questo processo possono essere riscontrati sulle bollette energetiche, con un aumento del costo del riscaldamento domestico dell’acqua corrispondente ad un 15-20%. Considerati i costi sempre più alti delle tariffe energetiche, si tratta di un vero e proprio esborso da evitare assolutamente.

Addolcire l’acqua determina non solo un deciso aumento della vita e della durata media delle apparecchiature domestiche e delle condutture, ma anche contribuisce ad un funzionamento migliore degli impianti di riscaldamento solare e per l’aria condizionata e di tutte le altre applicazioni che fondano il loro funzionamento sull’acqua.

Come va dimensionato un addolcitore d’acqua?

funzionamento addolcitore acquaPer poter acquistare un addolcitore d’acqua adeguato alle proprie esigenze, occorre sapere che bisogna prendere in considerazione i seguenti parametri:
– la durezza dell’acqua da trattare in °F, ovvero Gradi Francesi;
– il consumo giornaliero o il numero di abitanti della casa.
Chi intenda procedere all’acquisto di un dispositivo di questo genere, può rivolgersi con grande fiducia alle aziende del settore che sono presenti sul nostro portale, le quali sono in grado non solo di fornire prodotti e servizi al miglior rapporto possibile tra prezzo e qualità, ma anche di consigliare il cliente con una serie di preziosi consigli.



Sei interessato e vorresti ricevere fino a cinque preventivi gratuiti?

Hai un’azienda e sei alla ricerca di nuovi clienti? Visita ora

L’acqua, che noi beviamo o usiamo nelle nostre abitazioni, è dotata di una serie di caratteristiche che ne determinano la sua qualità. Tra di esse gioca un ruolo importante la durezza, determinata dalla presenza di sali disciolti di calcio e magnesio. Solitamente l’acqua si scarica di tali sali sciogliendoli nel…

Recensione dell'articolo

Utilità - 94%
Pertinenza - 96%
Chiarezza - 97%

96%

Ottimo

Articolo esauriente sul funzionamento degli addolcitori d'acqua

Valutazione Utente: Sei il primo!